Cognome Nome Affiliazione Ruolo
Barchi Massimiliano Rinaldo University of Perugia, Department of Physics and Geology Professore, Coordinatore della Scuola di Dottorato
Baldanza Angela University of Perugia, Department of Physics and Geology Ricercatore
Balic-Zunic Tonci University of Copenaghen, Section of Geology Professore
Bennett Richard Anthony University of Arizona, Department of Geosciences Professore
Cardellini Carlo University of Perugia, Department of Physics and Geology Professore
Caricchi Luca Université de Genève Professore
Cencetti Corrado University of Perugia, Department of Physics and Geology Professore
Cherin Marco University of Perugia, Department of Physics and Geology Ricercatore, gruppo di Coordinamento della Scuola di Dottorato
Chiodini Giovanni Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia Professore
Cirilli Simonetta University of Perugia, Department of Physics and Geology Professore
Comodi Paola University of Perugia, Department of Physics and Geology Professore
De Paola Nicola University of Durham Professore
Di Matteo Lucio University of Perugia, Department of Physics and Geology Professore
Frondini Francesco University of Perugia, Department of Physics and Geology Professore
Koyi Hemin Uppsala University Professore
Kueppers Ulrich Ludwig- Maximilians University, Munchen Professore
Martini Rossana Université de Genève Professore
Melelli Laura University of Perugia, Department of Physics and Geology Ricercatore, gruppo di Coordinamento della Scuola di Dottorato
Mondini Alessandro Consiglio Nazionale delle Ricerche Professore
Pauselli Cristina University of Perugia, Department of Physics and Geology Ricercatore
Perugini Diego University of Perugia, Department of Physics and Geology Professore
Petrelli Maurizio University of Perugia, Department of Physics and Geology Ricercatore, gruppo di Coordinamento della Scuola di Dottorato
Porreca Massimiliano University of Perugia, Department of Physics and Geology Researcher
Rettori Roberto University of Perugia, Department of Physics and Geology Professore
Robertson Peter Queen's University Belfast Professore
Rooney David Queen's University Belfast Professore

37° Ciclo

Il bando relativo al reclutamento dei dottorandi del 37° ciclo sarà disponibile a breve a questo indirizzo

36° Ciclo


Matteo BISOLFATI

BISOLFATI Matteo square

Contatti:
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Progetto di studio per il PhD:
Titolo: Constraining the geochemical composition of lavas erupted on extraterrestrial planets by spectral analysis of experimental samples. (Petrology, Planetary Geology)

Descrizione: Questo progetto di dottorato, in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), si svilupperà attraverso l'analisi delle risposte spettrali nel range dell’infrarosso di superfici planetarie, mediante la comparazione delle suddette risposte spettrali, ottenute durante varie missioni spaziali, con dati spettrali ottenuti in laboratorio e presenti in diversi database. Queste informazioni verranno integrate con Modelli di Elevazione Digitale (DEM), dei quali verranno analizzate le proprietà frattali. In tal modo, l'obiettivo finale del progetto è l'estrapolazione di informazioni geochimiche, geometriche e geomorfologiche di ambienti planetari.

Pubblicazioni

1. Pisello et al., 2019. Retrieving magma composition from TIR spectra: implications for terrestrial planets investigations. Scientific Reports, doi: 10.1038/s41598-019-51543-9  

 

Maria Chiara CACIOLLI

foto caciolli

Contatti
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Progetto di studio per il PhD:
Titolo: Integrazione di metodi geologici e geofisici per la caratterizzazione di sito in contesti come quelli dei bacini appenninici intermontani.

Descrizione: Lo scopo è quello di testare una metodologia che indaghi, con tecniche indirette, il sottosuolo: la sua ricostruzione con l’individuazione delle successioni stratigrafiche e la loro geometria è fondamentale agli scopi della risposta sismica di sito.

Pubblicazioni

1. Mancini M., Stigliano F., Moscatelli M., Caciolli M.C., Fortunato C., Giallini S., Pennica F., Sirianni P. Caratterizzazione geologica dei terreni di copertura per la valutazione dei geohazard  (2020) IGAG DAYS, Roma 2020

2. Gaudiosi I., Caciolli M.C., Fortunato C., Giallini S., Polpetta F., Razzano R., Sirianni P., Simionato M., Tarquini E. Il contributo degli effetti di sito alla stima della pericolosità sismica: best practices e prospettive future (2020) IGAG DAYS, Roma 2020

3. Alleanza G.A., d’Onofrio A., Gargiulo F., Silvestri F., Mancini M., Gaudiosi I., Caciolli M., Cavuoto G., Di Fiore V., Milana G., Vassallo M. (2020) Valutazione della risposta sismica locale di alcune aree dell’Isola di Ischia per la pianificazione di interventi di mitigazione del Rischio Sismico. XXVII CNG

4. M. Mancini,I. Gaudiosi,M.C. Caciolli, G. Cavuoto, V. Di Fiore, G. Milana, M. Vassallo, F. Silvestri, A. d’Onofrio, G. A. Alleanza, P. Pompa, M. Coltella, G. Cosentino, A. Pietrosante, E. Tarquini (2019) Assessment of site effects in volcanic areas: results from Seismic Microzonation studies in the Island of Ischia (Naples, Italy). GNGTS, Roma, 2019. pp 1-3

Nicola Mitillo

MITILLO Nicola square

Contatti:
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/nicola-mitillo-32192a178

Progetto di studio per il PhD:

Titolo: Characterization of CO2 Geological Reservoir Storage

Descrizione: La maggior parte dei reservoir carbonatici sono stati utilizzati per l’estrazione di idrocarburi per le loro favorevoli caratteristiche come porosità e permeabilità, ma solo recentemente i ricercatori hanno compreso il potenziale di queste formazioni come strumenti per contrastare i cambiamenti climatici. Da questo punto di vista i reservoir carbonatici, noti per essere chimicamente molto reattivi una volta entrati in contatto con la CO2, sono stati scarsamente studiati. Per questo motivo, l'obiettivo del dottorato di ricerca sarà quello di comprendere appieno il comportamento e l'interazione tra la CO2 iniettata e la roccia ospitante dal punto di vista petrofisico, mineralogico e geochimico.

Pubblicazioni

1. Zucchini A. et al, 2019. The influence of the dolomitization process on texture and porosity of carbonates. Congresso congiunto SIMP-SGI SOGEI – Il tempo del pianeta Terra e il tempo dell'uomo: Le geoscienze fra passato e futuro (Parma, Italia) 

Lisa RICCI

RICCI Lisa square

Contatti:
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Progetto di studio per il PhD:
Titolo: Tectonic and volcanic Earth degassing along the European Cenozoic Rift System (ECRIS): Origin of the fluids and quantification of the process.

Descrizione: Il mio attuale progetto è incentrato sullo studio del degassamento terrestre lungo il rift passivo denominato European Cenozoic Rift System (ECRIS). Il progetto ha come obiettivi la stima quantitativa del flusso di CO2 e lo studio della composizione chimica ed isotopica dei fluidi rilasciati in superficie lungo il sistema ECRIS. La quantificazione della CO2 totale immessa in atmosfera dalle aree di rift è essenziale per la corretta definizione dell’attuale degassamento terrestre globale.

Pubblicazioni

1. Mancini et al., 2020. Geogenic CO2 flux calculations from the Late Pleistocene Tivoli travertines (Acque Albule Basin, Tivoli, Central Italy). DOI: 10.3301/IJG.2020.10

2. Ricci et al., 2018. Oxygen isotopic analysis of Mineo (Sicily, Italy) pallasite. Plinius, doi: 10.19276/plinius.2018.03016

3. Ricci et al., 2017. Oxygen isotopic analysis of Mineo (Sicily, Italy) pallasite. Geoscience: a tool in a changing world. Abstract book. Congresso SIMP-SGI-SOGEI-AIV 2017, doi: 10.3301/ABSGI/2017.01

The fields of Physics and Geology share several methodologies and research themes, such as the application of physical, numerical, experimental, and computer technology methods. Particularly relevant are the studies on the cosmic radiation and astroparticles, nuclear and elementary particle physics, the properties of condensed matter, cosmochemistry and geochemistry of the solar system bodies, the nuclear dating of meteorites and rocks, tectonics and geodynamics, the exploration of mineral and hydrocarbon resources, and the dynamics of earthquakes, landslides, and volcanic eruptions. The interdisciplinary teaching and research training approach is aimed at forming specialists with an outstanding scientific profile, who are able to develop their future career in both basic and applied research and the industry. Agreements with foreign high level Universities (such as the Niels Bohr Institute in Copenaghen) have been signed to insure the possibility of co-tutorship of the PhD Thesis and of achieving the title of Doctor Europaeus.

The integration between physical and geological disciplines occurs through the development of two interacting curricula: Physics and Geology.

The curriculum in Physics includes theoretical and experimental research carried out in collaboration with international organizations, such as CERN, ESA, ESO and NASA. It focuses on fundamental interactions, particle and astroparticle physics, and nuclear interactions. Moreover, the curriculum comprises education and research training in condensed matter and solid state physics, as well as in biophysics and nanoscience research, also in collaboration with international facilities such as Elettra, ILL and ESS.

The curriculum in Geology includes field and experimental research on the main constituents of the earth (minerals, rocks, fossils), on the magmatic, geomorphologic, sedimentologic and tectonic processes.  Moreover, it includes research training aimed at localizing and exploiting geologic resources such as geomaterials, water and hydrocarbon resources. Specific lines of research are developed in the context of engineering geology, hydrogeological, seismological, and volcanic risks.

A list of present and past specific research topics can be found in the section devoted to PhD Students.

Here you will find a collection of photos relative to the celebration of the PhD Honoris Causa to John Sandercock: https://www.dropbox.com/sh/ylob0mf4o6um71o/AABNaEYBoFC_XDjJ1OblNJBTa?dl=0

Coordinator of the PhD Program and Responsible for the Curriculum in Physics

Prof Giovanni Carlotti 

tel.:  [+39] 075 585 2767

e-mail: giovanni.carlotti(at)unipg.it

Vice-Coordinator and Responsible for the Curriculum in Geology

Prof Diego Perugini 

tel.: [+39] 075 585 2608

e-mail: diego.perugini(at)unipg.it

AA2021-2022

Seminari e Scuole di Dottorato

Le specifiche attività da svlogere a partire da Novembre 2021 saranno definite dal collegio dei docenti anche tenendo conto dei profili selezionati per il 37° ciclo

Corsi Mutuati dalla scuole di Master (MsC) in Geologia dell'Università degli Studi di Perugia 

Titolo & MsC: Earth System Science, MsC in Geosciences for Risks and Environment
Management
Docente: Prof. Diego Perugini
6 ECTS credits, possibly in presence, first semester

Titolo & MsC: Mathematical methods for Geosciences, MsC in Geosciences for Risks and Environment Management
Docente: Dr. Maurizio Petrelli
6 ECTS credits, possibly in presence, first semester

Titolo & MsC: Environmental geochemistry, MsC in Geosciences for Risks and Environment Management
Docente: Prof. Francesco Frondini
6 ECTS credits, possibly in presence, second semester

AA2020-2021

Seminari

Gen 20, 17.00
Tonci Balic-Zunic (Department of Geosciences and Natural Resource Management, University of Copenhagen)
Diffraction, a basic method in Geosciences

Genn 27, 17.00
Massimiliano Alvioli (CNR-IRPI, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica)
Optimization of geomorphological slope units

Feb 03, 17.00
Hemin A. Koyi (Department of Earth Sciences, University of Uppsala)
How safe is the “safe”; salt structures as repositories for radioactive waste disposal

Feb 10, 17.00 
Anne Pommier (UCSD-SIO, University of California San Diego, USA)
Experimental investigation of planetary interiors using electrical measurements 

Feb 17, 17.00 
Andrea Chiuri (ENEA, Italian National Agency for New Technologies, Energy and Sustainable Economic Development)
Analytical techniques for geological sites characterization

Feb 24, 17.00 - link al seminario https://bit.ly/3r1QMUP
Giovanni Chiodini (INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Sezione di Bologna)
Carbon dioxide Earth degassing, heat flux and earthquakes: the case of the Apennines

Mar 03, 17.00
Francesco Salese (CSIC-INTA, Centro de Astrobiologia, Madrid)
Sedimentary Mars

Scuole di Dottorato

Titolo: Inverse Problems in Geophysics
Prof. Rick Bennett Introduction to Atmospheric Physics and Climate
ETCS e pianificazione: 3 ECTS credits, Online, second semester

Titolo: Introduction to Atmospheric Physics and Climate
Dr. Paolina Bongioannini Cerlini
ETCS e pianificazione: 6 ECTS credits, possibly in presence, second semester

Titolo: Combining GIS, Machine Learning, and Remote Sensing: how the spatial analysis could improve your research
Dr. Laura Melelli, Dr. Alessandro Mondini, Dr. Maurizio Petrelli
ETCS e pianificazione: 3 ECTS credits, possibly in presence, second semester

Titolo: School in Structural Geology “G. Pialli”
ETCS and Scheduling: 6 ETCS credits, possibly in presence, second semester (tentatively in September)

Title: School of Paleoanthropology
ETCS and Scheduling: 6 ECTS credits, possibly in presence, second semester (tentatively in June)

Titolo: International Short Course on Application of Laser Ablation Inductively Coupled Plasma Mass Spectrometry to Earth Sciences
ETCS and Scheduling: 3 ECTS credits), possibly in presence, 25-25 June 2021

Corsi Mutuati dalla scuole di Master (MsC) in Geologia dell'Università degli Studi di Perugia 

Titolo & MsC: Earth System Science, MsC in Geosciences for Risks and Environment
Management
Docente: Prof. Diego Perugini
6 ECTS credits, possibly in presence, first semester

Titolo & MsC: Mathematical methods for Geosciences, MsC in Geosciences for Risks and Environment Management
Docente: Dr. Maurizio Petrelli
6 ECTS credits, possibly in presence, first semester

Titolo & MsC: Environmental geochemistry, MsC in Geosciences for Risks and Environment Management
Docente: Prof. Francesco Frondini
6 ECTS credits, possibly in presence, second semester

 

37° Ciclo - Bando per l'ammissione

Il bando per l'ammissione al XXXVII Ciclo del corso di Dottorato in Sistema Terra e Cambiamenti Globali – a.a. 2021/2022 sarà pubblicato a questo indirizzo.

Cicli di dottorato attivi

  • 37° Ciclo: Triennio 2021-2024;
  • 36° Ciclo: Triennio 2020-2023.

Descrizione e obiettivi del corso

Il corso di dottorato in “Sistema Terra e Cambiamenti Globali”, di nuova istituzione, è focalizzato a formare specialisti con competenze innovative ed interdisciplinari, in grado di affrontare problematiche relative alle dinamiche terresti, allo sfruttamento delle risorse energetiche rinnovabili (e non) e dei geomateriali, nonché ai possibili reimpieghi di materie prime-seconde nell'ottica di un'economia circolare, alla mitigazione dei rischi geologici (sismico, vulcanico e idro-geomorfologico).
Inoltre, il corso di dottorato fornirà opportunità di formazione, sia in ambito nazionale che internazionale, sulle tematiche riguardanti il cambiamento climatico, le strategie di mitigazione dei rischi naturali e/o indotti, la domanda di risorse naturali e la sostenibilità ambientale.
L'attività del Corso e la sua offerta formativa poggiano innanzitutto sulla esperienza e la qualificazione dei membri del Collegio dei docenti, le cui ricerche hanno garantito costantemente l'attrazione di fondi competitivi sia di carattere nazionale (p.es. PRIN, PNRA) e internazionale (p.es. ITN, ERC); si gioveranno inoltre delle numerose collaborazioni, già in atto, con qualificate istituzioni accademiche e di ricerca a livello internazionale, nonché delle collaborazioni attivate con soggetti pubblici (p.es. INGV, CNR, ENEA, ARPA, etc..) e privati (p.es. ENI, ENEL, COLACEM, etc…).

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Il corso di dottorato in “Sistema Terra e Cambiamenti Globali” formerà esperti di elevato profilo tecnico-scientifico, in grado di inserirsi in diversi ambiti occupazionali pubblici e privati, come del resto è sempre avvenuto per i dottori di ricerca formati nelle scuole di dottorato di precedente istituzione, incentrate nelle Scienze della Terra. Le competenze aggiornate ed innovative, caratteristiche della nuova scuola, accresceranno ulteriormente le opportunità di inserimento dei neo-dottori in diversi ambiti, quali: le istituzioni accademiche e gli enti di ricerca, nazionali e internazionali, che si occupano di scienze della terra; le agenzie governative che richiedono ricercatori in grado di supportare le decisioni di gestione e politiche per affrontare alcuni dei maggiori problemi ambientali che la società moderna si trova oggi a fronteggiare, anche in un'ottica di sempre maggiore interazione tra operatori e comunità locali (licenze sociali); le aziende pubbliche e private che si occupano di gestione del territorio e mitigazione dei rischi geologici, di reperimento, modellazione e gestione delle georisorse, di produzione sostenibile di risorse minerarie ed energetiche e dello studio e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale.

Attività didattica disciplinare e interdisciplinare

L’attività didattica del Dottorato ha il suo fulcro nel progetto di ricerca svolto dai singoli dottorandi, che saranno fortemente incoraggiati a personalizzare il proprio percorso formativo, al fine di conseguire la migliore formazione possibile nel loro settore di ricerca elettivo.
Per supportare al meglio la costruzione di tale percorso formativo, il Dottorato mette a disposizione le migliori risorse didattiche disponibili all’interno del Collegio dei docenti e negli Atenei e centri di ricerca internazionali con i quali il collegio mantiene collaborazioni di ricerca, programmando ed attivando una serie di attività didattiche, che comprende insegnamenti specifici del dottorato, insegnamenti mutuati dai corsi di laurea magistrale e cicli seminariali.
Nei primi due anni di attivazione del corso, tutte le attività di seguito descritte potranno essere organizzate in comune con il Dottorato di Ricerca in Scienza e Tecnologia per la Fisica e la Geologia (e in particolare con il curriculum Geologia di quel dottorato).

Insegnamenti ad hoc previsti nell’iter formativo

Il nucleo dell’attività didattica è costituito da 8 insegnamenti (mediamente 3 CFU per ogni insegnamento), tenuti da docenti appartenenti al Collegio o da qualificati docenti esterni italiani o stranieri, coerenti con gli obiettivi formativi generali del corso e con gli specifici percorsi formativi dei dottorandi, distribuiti opportunamente nel triennio di attivazione. Comprendono almeno un insegnamento per ciascuno dei macrosettori, indicati come coerenti con gli obiettivi formativi del corso. Alcuni insegnamenti saranno integrati nella forma di “scuole” tematiche (alcune delle quali già consolidate nella attività del Dipartimento di Fisica e Geologia), dedicate a discipline rilevanti rispetto agli obiettivi formativi del corso. Tutti i corsi e le scuole saranno aperte alla partecipazione di dottorandi, provenienti da altri corsi di dottorato dedicati alle Geoscienze, attivati in Italia e all’estero, consentendo agli studenti del corso proficue esperienze di scambio intellettuale.
Gli insegnamenti saranno distribuiti in due periodi:
Primo semestre (e winter schools): dal 1 novembre al 28 febbraio;
Secondo semestre (a summer schools): dal 1 marzo al 31 ottobre.

Insegnamenti mutuati da corsi di laurea magistrale

L’offerta formativa del Dipartimento di Fisica e Geologia comprende da quest’anno due nuovi corsi di Laurea Magistrale (“GeoSciences for Risk and Environment Management” e “Geology for Energy Resources”), le cui tematiche si interfacciano efficacemente con gli obiettivi formativi del Corso di dottorato. Tre insegnamenti (ciascuno di 6 CFU), attivati nell’ambito dei corsi di Laurea magistrale, saranno mutuati dal Corso di Dottorato, per integrare specifiche esigenze formative dei dottorandi iscritti al corso.

Cicli seminariali

Allo scopo di allargare gli orizzonti della conoscenza dei dottorandi ad aspetti specialistici ed innovativi, anche esterni all’ambito specifico della propria ricerca individuale, il Collegio organizza cicli di seminari, tenuti da esperti italiani e stranieri delle discipline oggetto del corso (inclusi i componenti del Collegio o ex-allievi del Corso di Dottorato), che si svolgeranno di regola nel periodo compreso tra il 1 novembre e il 31 maggio.

Soggiorni di ricerca in Italia e all’estero

Il percorso formativo dei dottorandi sarà arricchito da soggiorni presso altre università o enti di ricerca, in Italia (per un periodo medio di 3 mesi) o all’estero, sia nell’ambito delle istituzioni coinvolte nel dottorato (per un periodo medio di 12 mesi), che presso altre qualificate istituzioni (per un periodo medio di 6 mesi).

Altre attività formative

L’offerta formativa comprende infine attività, organizzate tipicamente in comune tra più dottorati dell’Ateneo, e riferite alle esigenze formative di cui all'art. 4, comma 1, lett. F del D.M. 45/2013, come di seguito descritto.
Formazione disciplinare e interdisciplinare e di perfezionamento linguistico e informatico: corsi di lingua straniera svolti presso il Centro Linguistico d'Ateneo (CLA) con riferimento al Common European Framework of Reference (CEFR), che potranno avere una durata semestrale (10 CFU) o annuale (13 CFU); laboratori informatici, offerti in altri corsi di studio dell'Ateneo, nonché specifici moduli (1-2 CFU ciascuno) relativi a uso di software per analisi dei dati (R, Stata, GIS), programmi per videoscrittura (LaTeX), software specialistici, dedicati all'elaborazione di dati geologici.
Gestione della ricerca, della conoscenza dei sistemi di ricerca e dei sistemi di finanziamento: corsi da 1 CFU, riguardanti le tecniche di progettazione e sviluppo della ricerca; la redazione e gestione dei piani finanziari dei progetti di ricerca; la gestione dei progetti per fasi di avanzamento dei lavori e loro rendicontazione; la gestione deirapporti con i finanziatori.
Valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale: 6 corsi da 1 CFU, che tratteranno: il passaggio dalla ricerca di base alla ricerca applicata; le tecniche di valorizzazione della ricerca; il finanziamento della ricerca applicata; la tutela delle opere dell'ingegno; l'intervento degli atenei a favore dei brevetti; la creazione d'impresa e gli spin off della ricerca.
Tutti i corsi e i moduli descritti in questa sezione prevedono una verifica finale.

Regolamento